Un “Moro” da far perdere la testa

0

Se il Catania rimane a galla, boccheggiando un po’, al quattordicesimo posto in graduatoria a quota 7 punti, gran parte del merito è di Luca Moro.

Quattro gol in sei presenze con la media 1 gol ogni 83 minuti. Così recitano i numeri.

Il suo bottino equivale anche alla metà dei gol messi a segno dalla compagine etnea in questo momento. Scusate se è poco per un classe 2001.

È lui il trascinatore degli etnei in quel di Picerno. Ottima prestazione di sostanza, oltre a qualità. Buono il lavoro di sponda, protezione di palla e inserimenti senza di essa.

Da notare anche la spiccata personalità che dimostra in mezzo al campo. Non si fa coinvolgere dal nervosismo della squadra e rimane sempre lucido, specie dal dischetto dove dimostra una freddezza da veterano.

Che sia lui il rigorista tanto bramato? Il tempo è dalla sua parte ed il campionato è ancora troppo lungo.

Una cosa è certa: questo bel flirt col Catania è destinato a concludersi a fine stagione, quando ritornerà al Padova che lo monitora con molta attenzione.

Una tresca che sa di leggenda. Sarà un Moro, stavolta, a farci perdere la testa? Chi lo sa… Per non sbagliare, pianteremo un po’ di basilico.

Pietro Santonocito

Articolo precedentePicerno – Catania: Top e Flop
Articolo successivoCatania – JuveStabia: Il Pre-Partita
Pietro Santonocito nasce a Catania il 21 Agosto 1989 e dall'età di soli 5 anni nutre un profondo amore viscerale per il Calcio Catania. E' stato anche un giocatore dilettantistico, fino all'età di 18 anni, dove ha intrapreso gli studi di Ingegneria Elettronica. Da quel momento, sin'ora, ha vinto un premio letterario "L'attualità del pensiero di Luigi Pirandello", premiato da Leo Gullotta ed è diventato un webmaster, sviluppatore Android, videomaker e speaker radiofonico, partecipando attivamente a Radio Zammù e gestendo in prima persona Katane TV, di cui ne è il responsabile tecnico.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.