Quando Colucci mise in ginocchio l’aquila biancoceleste…

0

Al “Via del Mare” di Lecce si affrontano il Catania di Pasquale Marino e la Lazio di Delio Rossi. Si gioca in campo neutro per via della squalifica del “Massimino” a causa degli scontri avvenuti precedentemente nel match col Messina.

I rossazzurri vengono da un’inizio di campionato opaco, infatti, hanno perso il derby col Palermo malamente per 5-3 e nelle ultime due gare hanno raccolto zero punti nelle trasferte di Firenze e Milano contro l’Inter. Proprio nel match di San Siro si era reso protagonista Peppe Mascara, autore di una rete al volo dal fallo laterale. Insomma, uno dei tanti gol dei suoi. I biancocelesti, invece, vengono da una serie utile di risultati. Nelle ultime quattro gare hanno collezionato tre vittorie e un pareggio. Gli etnei hanno l’obbligo di rialzarsi in un campo, quello di Lecce, in silenzio visto che si gioca a porte chiuse. Marino scende in campo col tridente MascaraSpinesiColucci. A sorpresa Giorgio Corona, che fino a quel momento aveva siglato due reti, rimane in panchina. Beh, la scelta di Colucci si rivelerà decisiva!

COLUCCI MAN OF THE MATCH

Il Catania è padrone del campo. Fino alla prima rete di Colucci si segnalano un paio di interventi importanti di Peruzzi e un salvataggio sulla linea di Siviglia su Mascara. Tutto ciò è solo il preludio al gol che arriva al minuto trentasei. Azione manovrata degli etnei con Colucci che scarica per Baiocco il quale premia la sovrapposizione di uno scatenato Silvestri. Il terzino destro rossazzurro crossa per lo stesso Colucci che di testa chiude l’azione e insacca alle spalle di Peruzzi che stavolta rimane immobile ad osservare la sfera. Gli etnei girano palla velocemente ed entrambi le catene vanno che è un piacere. Passano dieci minuti e allo scadere del primo tempo, il Catania raddoppia. Altra bell’azione sull’out di destra con Colucci che stavolta veste i panni di assist-man per Spinesi, il quale appoggia per la più semplice delle reti. Stando a quanto visto nei primi quarantacinque minuti, il risultato è addirittura bugiardo viste le innumerevoli palle gol per gli etnei che avrebbero potuto chiudere con un punteggio molto più largo. Inizia la ripresa e al cinquantatreesimo, Colucci realizza la sua personale doppietta. Spinesi al limite dell’aria calcia trovando il muro di Siviglia, il quale serve un assist involontario per l’ala rossazzurra che deposita a porta sguarnita visto che Peruzzi era rimasto ingannato dalla deviazione precedente. Prestazione sontuosa per gli etnei che, talmente sono padroni del campo, si prendono il lusso di regalare la rete della bandiera a Tommaso Rocchi. Baiocco con un retropassaggio suicida serve la punta laziale, la quale scarta Pantanelli e deposita in rete per il più semplice dei gol. Quella vittoria lancia definitivamente gli etnei che fino al 2 febbraio si ritrovano a ridosso della zona Europa e sognano in grande!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.