Sottil: “Vibonese organizzata, cercherà di strapparci il pareggio ma in casa bisogna fare prestazioni alla nostra altezza”

Sottil: “Vibonese organizzata, cercherà di strapparci il pareggio ma in casa bisogna fare prestazioni alla nostra altezza”

Alla vigilia dell’ormai “secondo” incontro stagionale del campionato di Serie C ed esordio in casa al Massimino, come di consuetudine,  parla mister Andrea Sottil in sala conferenze.

Ecco le sue parole:

“Domani sarà una gara complicata contro una squadra che verrà qui per chiudersi in difesa e bloccare quella che è la nostra tendenza a creare gioco. Il Catania deve giocare per vincere, cercando di imporre la nostra identità gara dopo gara. Bisogna essere sempre propositivi nel gioco e mai smettere di attaccare e riversarsi in avanti: sono questi i concetti su cui ho detto ai ragazzi di lavorare e maturare. Al Massimino il Catania dovrà abituarsi ad un tipo di partita più dinamico., palleggiando velocemente, muovendosi senza palla e sfruttando ogni potenzialità dei nostri singoli;ancor più fondamentale sarà l’approccio alla partita dove si dovrà subito aggredire l’avversario e cercare di sbloccare il risultato nel minor tempo possibile. Poi chiaro, esiste anche un avversario e bisogna adattarsi anche a chi incontriamo. Rispetto alla gara contro il Rende, per domani ci siamo già allenati per fronteggiare la Vibonese sin da lunedì; avremo tempo e modo per prepararci al calendario faticoso che prevede 20 partite in tre mesi, pieno inoltre di impegni infrasettimanali, ma ho una rosa competitiva e ribadisco ai giocatori che devono sentirsi tutti titolari e che tutti dovranno dare il loro apporto”.

“Ancora non ho scelto gli 11 titolari, anche perché a Rende dalla panchina sono entrati calciatori che hanno cambiato la partita, basti pensare agli ingressi di Baraye, Bucolo e Vassallo o lo stesso Brodic che nei minuti finali ha inciso frequentemente. Quando non scelgo un giocatore dall’inizio, da lui pretendo massima concentrazione, perché si deve avere la cattiveria di incidere anche a partita in corso. Barisic ha avuto un piccolo problema al tendine. Valuteremo fra oggi e domani se sarà in grado di giocare la partita. Manneh e Baraye sono due atleti eccellenti, con un accelerazione fulminea e un potente uno contro uno.”

1total visits,1visits today

Share