Sottil: “Potenza campo rognoso per ricominciare, ma siamo pronti alle 7 partite in 21 giorni”

Sottil: “Potenza campo rognoso per ricominciare, ma siamo pronti alle 7 partite in 21 giorni”

Si torna a giocare dopo l’ennesimo blocco subito la settimana scorsa. E questa volta definitivamente. Ben 7 partite in 21 giorni è la prima sarà in trasferta a Potenza, neopromossa ma squadra rognosa. Mister Sottil analizza il momento in conferenza stampa.

Ecco le sue parole:

“E’ impossibile negare di non aver risentito della situazione dell’ennesimo rinvio, della categoria da stabilire e le conseguenti energie mentali consumate. Per nostra fortuna questo gruppo è unito e abbiamo provato a isolarci totalmente e a lavorare sul campo con cattiveria; il rinvio ci è servito per avere la settimana standard e recuperare sia fisicamente che mentalmente, adesso torniamo in campo con la speranza di non fermarci più. Dunque non guarderemo la classifica sino al 30 dicembre. Domani a Potenza prima delle tre partite della settimana, incontreremo un avversario rognoso che in casa esprime buon calcio, ha cambiato guida tecnica da poco e questo sicuramente è un loro vantaggio. Mi piace molto la loro rosa; noi andremo lì per fare più punti, imporre il nostro gioco e trarre il massimo dalle occasioni che ci capiteranno. Ci siamo concentrati sulla loro disposizione degli spazi anche se variano spesso modulo. Dall’inizio ho detto che il nostro modulo corrisponde a dei numeri scritti su un foglio, la nostra capacità deve essere quella di occupare bene il campo e approfittare degli spazi che ci concederanno. Molto dipende dall’avversario e in base a quello ho una rosa talmente ampia che mi permette di fare queste scelte. 

Llama finalmente ha avuto settimane di lavoro continuo, e sono contento. L’inizio è stato complicato perché non aveva regolarità nell’allenamento, e di conseguenza non poteva essere incisivo e pronto; adesso sta facendo tutto con molta più regolarità, e pian piano lo inserirò. Per Rizzo è un problema al gomito, bisogna attendere l’ortopedico che valuti quando il ragazzo sarà pronto a fare contrasti, cadute etc; Barisic sta lavorando con continuità senza dolore, ma anche qui abbiamo bisogno del via dello staff medico, sarà sottoposto a un’ecografia per capire se la cicatrice è effettivamente chiusa”. 

8total visits,1visits today

Share