Se Bari, non perdi…ma non vinci mai

0
Catania - Bari 0-0 - se bari non perdi ma non vinci mai
fonte foto: baritoday

Si tratta di amore per il calcio, prim’ancora di Calcio Catania. Una partita meravigliosa imbruttita da un’inenarrabile gestione arbitrale degli episodi. Peccato, perché ci stavamo divertendo. Catania – Bari 0-0.

Catania – Bari 0-0. Ennesimo inno al calcio per gli instancabili lettori romantici rossazzurri, feriti, ma non più di tanto ormai, dall’ennesimo torto arbitrale.

Pronti i moralisti improvvisati, penna alla mano o dita sulla tastiera, a recitare lo stesso spartito che suole professare contro il primo che lamenta di un’industria calcistica davvero inadatta a fornire lo spettacolo per il quale si paga.

Che siano moralisti, professori o professanti un’altra religione calcistica, stanno lì, pronti ad elargire sentenze, consigli, congetture a carattere carnascialesco o, per restare in tema di feste che “ci appartengono” nello specifico, “halloweeniane”.

Ti invitano a fare un passo indietro, piuttosto che calcare le tue stesse orme – che, in fondo, sono anche le loro – e fare un passo, tutti, verso la giustizia. Campo fertile per la casta godereccia seguace del dio denaro.

Eh sì, quanto è facile gettare la spugna, non è vero? Ancora più facile è consigliarlo a qualcun altro, perché fare rumore disturba le orecchie e non riempie la pancia. Non vedo, non sento e non parlo…e se c’ero, non ero presente.

Disse un tifoso del Bari a Istinto Rossazzurro live…

Non ricordiamo bene il nome, né il cognome. Ricordiamo benissimo, tuttavia, il suo esposto, come inno alla sacralità del calcio moderno e all’estirpazione della catanese influenza sulle decisioni arbitrali delle prime giornate.

Professava giustizia, per un calcio troppo martoriato dagli smemorati o interpretanti un regolamento calcistico a favore del Catania nelle partite contro il Virtus Francavilla e la Viterbese.

Era mosso da buoni propositi:“Quando giocherete contro di noi, capiremo chi sarà il favorito“. Buoni, evidentemente, per lui…diremmo col senno di poi. Noi, avremmo qualcosa da ridire in merito…

Non credo che possa sentirsi soddisfatto, dopo la partita di ieri. Il suo Bari è una formazione di insindacabile forza, pronta, secondo noi, al salto di categoria sin da subito.

Eppure, nonostante questa sconfinata bravura, non è riuscita a vincere e deve ringraziare quella “meravigliosa interpretazione” dell’arbitro Marchetti di Ostia Lido, per un sacrosanto calcio di rigore di Awua che avrebbe, scongiuri a parte, dato la possibilità al Catania di presentare Lodi dal dischetto degli undici metri.

Magari, secondo lui, la “giustizia extra-sportiva” avrebbe dovuto incidere maggiormente in Catania – V.Francavilla 2-1 e Catania – Viterbese 1-0 e ancora meno in Catania – Bari 0-0, chissà per quale arcano motivo…

Se Bari, non perdi…ma non vinci mai

Aldilà del pensiero del simpaticissimo tifoso barese, vige un proverbio di verità ed attualità indiscussa, a tutte le latitudini e longitudini mondiali:”Stai bene…e lamentati”.

Come il ricco che si lamenta di soldi col povero, come il lavoratore che disprezza il suo lavoro in presenza di un disoccupato…come il ladro che si sente derubato dal derubato stesso.

Nessuno di loro è mai sazio, perché “il sazio non crede al digiuno” e vuole sempre ingozzarsi. Se non può, infierisce su chi sta ancora peggio di lui, fin quando, dell’impossibilità di riempirsi, punta il dito contro chi è stato lacerato dalla sua ingordigia.

Quale compenso sarà riservato a sciacalli, iene e avvoltoi di questo mondo? Nessuno…e sapete perché?

Se Bari, non perdi…ma non vinci mai!

Catania – Bari 0-0: le pagelle (LEGGI I TOP E FLOP)

CATANIA (3-5-2): Furlan 6,5; Mbende 6,5, Silvestri 6, Biagianti 6,5; Calapai 6, Welbeck 6,5, Lodi 5 (dal 70′ Barisic 4,5), Dall’Oglio 5,5 (dal 70′ Rizzo 5), Pinto 4 (dall’82’ Marchese sv); Mazzarani 5,5, Di Piazza 6. A disp.: Martinez, Noce, Biondi, Saporetti, Marchese, Rizzo, Bucolo, Rossetti, Catania, Barisic, Curiale, Distefano. All: Lucarelli 6.

BARI (3-5-2) – voto 5: Frattali; Sabbione, Di Cesare, Perrotta; Berra, Schiavone, Awua (dal 90′ Terrani), Scavone (dal 15′ Folorunsho), Costa (dal 72′ Floriano); Antenucci (dal 72′ Ferrari), Simeri (dal 90′ Neglia). A disp.: Marfella, Liso, Bianco, Esposito, Cascione, Corsinelli, Kupisz, Ferrari, Folorunsho, Neglia, Floriano, Terrani. All: Vivarini.

ARBITRO: Matteo Marchetti di Ostia Lido – senza voto.

ASSISTENTI: Cosimo Cataldo di Bergamo e Marco Ceccon di Lovere – senza voto.

AMMONITI: Berra al 57′, Folorunsho e Costa al 64′, Silvestri al 66′, Schiavone all’86’

ESPULSI:

RECUPERO: 1′ pt; 3′ st;

INDISPONIBILI: Llama, Esposito, Sarno, Fornito e Di Molfetta; Hamlili e D’Ursi.

SQUALIFICATI: –

DIFFIDATI: Dall’Oglio

SPETTATORI: 7.807 (334 settore ospiti)

Pietro Santonocito

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.