Ragusa 0-2 Catania: il pagellone rossazzurro!

0

Prima vittoria per il nuovo Catania targato Ferraro. A Ragusa decidono il solito Lodi da punizione e Manuel Sarao.

Sotto il sole cocente di Ragusa, il nuovo Catania si prepara all’esordio nel campionato dilettantistico. I rossazzurri affrontano una squadra che ha dominato lo scorso campionato di eccellenza concludendolo da imbattuta. Lo stadio “Aldo Campo” è letteralmente una bolgia di tifosi etnei. Mister Ferraro opta per il 4-3-3. Tra i pali, il prescelto è ancora Bethers dopo San Cataldo. In difesa, il tecnico rossazzurro per mantenere equilibrio decide di adattare Castellini terzino nella fascia a sinistra e Rapisarda a destra. La coppia centrale è composta da Lorenzini e Somma. Il centrocampo è lo stesso visto a San Cataldo con il trio Rizzo, Lodi e Vitale. In avanti, il tridente è composto da De Luca, Sarao ed il nuovissimo acquisto Chiarella. Dopo una fase di studio iniziale, dove però il Catania fa capire col pressing le sue intenzioni, al minuto 8 proprio gli ospiti passano in vantaggio. Da posizione defilata, Lodi mette in area una palla beffarda, che col movimento dei giocatori rossazzurri nel tentativo di deviarla in rete, trae in inganno l’estremo difensore di casa. Il Catania segna la sua prima rete proprio con Ciccio Lodi. Il Ragusa accenna una timida reazione ma la difesa dà nel complesso sicurezza. Alla mezz’ora esatta, il Catania raddoppia. Rizzo da centrocampo con un lancio lungo cerca De Luca, il quale dopo l’intervento goffo di testa da parte di un difensore locale, accarezza il pallone e apparecchia per Sarao che di prima intenzione dal limite dell’aria trafigge per la seconda volta la difesa iblea. Nel finale, c’è da registrare un doppio intervento fondamentale di Bethers. È un Catania non troppo spumeggiante ma molto cinico. Nel secondo tempo, i rossazzurri la mettono sulla gestione del risultato ed anzi hanno più volte la possibilità di dilagare. Nei primi minuti Vitale colpisce la traversa, poi i vari Chiarella, Litteri (subentrato nel finale), ma soprattutto Russotto sbagliano molto. Prima vittoria per il nuovo Catania, il quale fa vedere sia cose positive sia cose ancora da correggere. Ecco il pagellone rossazzurro.

BETHERS 6,5: Nelle uscite sui calci piazzati non trasmette molta sicurezza, ma sa farsi valere nel finale del primo tempo quando con un doppio colpo di reni mantiene lo 0-2.

CASTELLINI 7,5: Il migliore in campo in assoluto. Era stata una scelta che aveva dato dubbi ai tifosi rossazzurri, ma alla fine si è rivelata proprio quella vincente. Anticipa sempre il diretto avversario ed in fase di sovrapposizione è una piacevole sorpresa. Prestazione dominante la sua.

LORENZINI 6,5: Gestisce bene assieme a Somma gli attaccanti locali. Fa capire sin da subito che la D non fa per lui.

SOMMA 6,5: Anche lui gioca molto d’anticipo e assieme a Lorenzini danno una certa sicurezza. Nel primo tempo, sfiora la rete da calcio d’angolo.

RAPISARDA 6: Buona la gara dell’ex Triestina il quale non soffre mai l’avversario e fa intravedere una certa intesa con Chiarella.

VITALE 6,5: All’apparenza sembra che non tocchi mai il pallone, ma invece, è uno che sa inserirsi nell’aria di rigore avversaria, infatti sfiora la rete. A centrocampo lotta spesso guadagnandosi qualche fallo utile a far rifiatare la squadra.

LODI 7: Quando i rossazzurri devono battere punizioni o calci d’angolo sono sempre pericolosissimi. Le sue traiettorie per la categoria metterebbero in difficoltà qualunque difesa.

RIZZO 6: Dai suoi piedi nasce l’azione del raddoppio. Nel complesso buona partita con però, qualche pallone di troppo perso a metà campo.

DE LUCA 6,5: Tocca poche volte il pallone ma è sempre determinante. Prima fa l’assist per Sarao, poi sfiora la rete al termine di una grande ripartenza.

SARAO 7: Inizialmente soffre i centrali di casa, in quanto lo marcano stretto. Poi, dopo la sua rete, prende più consapevolezza e domina sfiorando anche la doppietta.

CHIARELLA 6,5: Buona l’impressione e l’impatto di questo giocatore. È il classico esterno che sa puntare e saltare l’uomo. Inoltre, se vede la porta non esita a tirare. Da appuntare un bel doppio passo e l’assist a rimorchio conseguente per De Luca che sfiora lo 0-3.

PALERMO 6,5: Ingresso di sostanza per lui che mette intensità e fisicità al centrocampo rossazzurro. Un guerriero.

LITTERI 6: Ancora si vede che deve entrare in condizione ma nel finale sfiora la prima rete in rossazzurro.

RUSSOTTO 6: Sbaglia un gol clamoroso a portiere battuto, ma sa tornare dietro a recuperare palla. Era una giornata speciale per lui data la nascita della figlia.

CHINNICI S.V.

FERRARO 6,5: È un buon Catania che quando attacca sa sempre far male. A centrocampo si può segnalare uno scarso pressing sui portatori di palla avversari. Troppo spesso i giocatori di casa avevano tempo e modo di pensare. In difesa ed in attacco nel complesso ottima gara.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.