Presentazione Calapai e Mujkic. Lo Monaco: “Mercato in entrata chiuso con Polidori, per i ripescaggi aspettiamo fiduciosi il 7 settembre”

0

Il Catania oltre ad essersi assicurato gli ultimi colpi di mercato, continua con le presentazioni dei calciatori in conferenza stampa: oggi è toccato a Luca Calapai e all’under bosniaco Adis Mujkic accompagnati entrambi dall’AD Pietro Lo Monaco, che ha chiarito nuovamente il momento che vive la società sul caos ripescaggi:

Ecco le parole dei protagonisti:

LO MONACO: “Aspettiamo l’esito del 7 settembre il pronunciamento del Collegio di Garanzia per il ripescaggio in B. Non credo che ci sia un’unanimità di intenti dei club di B in questo momento. Faccio un esempio: guardate quanti club cadetti nella prima giornata di campionato hanno portano il logo della B nelle maglie come aveva richiesto la Lega. Il cambio dei format è necessario ma bisogna programmare con anticipo, investendo tutte le leghe e rispettando le regole. La prossima settimana passiamo all’altro step cioè quello delle denunce penali per i protagonisti di questa pagina nera del calcio. Nel frattempo abbiamo chiuso il mercato in entrata con l’arrivo del secondo portiere Polidori. Rimangono da trovare le sistemazioni per quei calciatori che nella eventualità di Serie C usciranno fuori dalla lista over”.

LUCA CALAPAI: “Sono felice di essere tornato a Catania e ringrazio il direttore Lo Monaco per avermi dato questa opportunità. Torno con qualche anno in più ma anche con più esperienza. Vorrei centrare gli obiettivi prefissati dalla società e dare un contributo importante alla squadra, forte di una buona situazione fisica. Ricordo ancora con tanta emozione gli 11 minuti in serie A con la maglia rossoazzurra. Mi sono ispirato a Maicon ex terzino di Roma e Inter mentre ora ammiro Cancelo e da questi calciatori si possono prendere accorgimenti. Con Sottil mi trovo bene perchè è un allenatore molto attento che non lascia nulla al caso”

ADIS MUJKIC: Sono felice di essere in questa grande squadra e ringrazio i dirigenti etnei, Lo Monaco e Argurio. Ho trovato tante differenze negli allenamenti e sono contento di fare nuova esperienze e migliorare il bagaglio tecnico. Mi ispiro a Neymar”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.