Catania 1-2 Catanzaro: il pagellone rossazzurro!

0

Il Catania perde alla prima gara in casa del 2022. Il Catanzaro approfitta di due regali della difesa rossazzurra e prosegue il suo cammino in zona play-off. Sipos si divora la rete del pareggio.

Al “Massimino” s’incontrano due squadre che nelle ultime tre partite hanno collezionato due pareggi e una sconfitta. Mister Baldini cambia qualche pedina rispetto alla gara di Bari. Tra i pali si rivede Sala, in difesa Ropolo prende il posto dello squalificato Pinto e a centrocampo Rosaia ritrova la maglia da titolare. Di contro, i giallorossi di Vivarini scendono in campo con l’ormai collaudato 3-5-2. A centrocampo tra i titolari c’è l’ex Maldonado. Il primo tempo è caratterizzato da un dominio territoriale di marca giallorossa. Il Catanzaro, eccetto per l’occasione da corner di Verna, non si rende pericoloso ma occupa costantemente la metà campo rossazzurra. Il Catania soffre e non riesce a mordere. Tutto si decide nel secondo tempo. Dopo centoventi secondi, il neo-acquisto Biasci, raccoglie al limite dell’aria un pallone spazzato malamente da Ropolo e trafigge con un diagonale l’incolpevole Sala. Il secondo pasticcio della difesa etnea si manifesta dieci giri di lancetta dopo. Albertini riesce con uno scatto importante a recuperare un pallone in difesa ma anziché spazzare, perde la sfera nel tentativo di dribblare il giocatore avversario. Vandeputte a porta vuota raddoppia. Al minuto sessantuno, Russotto si guadagna un rigore che poi Moro realizza. Nel finale di gara, Sipos non approfitta di un regalo di Martinelli e a tu per tu davanti a Branduani spreca. Per l’ennesima volta, gli errori costano caro. I troppi sbagli elementari e qualche scelta nell’undici iniziale da parte di Baldini, condannano il Catania. Ad Andria si gioca il primo dei tanti scontri diretti e non è ammessa la sconfitta. Ecco il pagellone rossazzurro.

SALA 5,5: Non ha colpe in nessuna delle due reti subite, ma sbaglia troppi rinvii. All’ultimo rischia di regalare l’1-3.

ROPOLO 4: Bayeye è un vero e proprio incubo. Non riesce mai a chiudere l’avversario ed è nullo in fase di sovrapposizione. La ciliegina sulla torta è l’errore in occasione della rete di Biasci. Il pallone non va mai spazzato centralmente!

MONTEAGUDO 5: Gli attaccanti calabresi riescono spesso a tirare verso lo specchio. In occasione del gol di Biasci esce troppo in ritardo.

CLAITON 5,5: Anche lui soffre gli attacchi giallorossi. Assieme a Monteagudo non riesce a dare la giusta solidità.

ALBERTINI 4: È imperdonabile l’errore nel secondo gol del Catanzaro. In quei casi la palla deve volare fuori dallo stadio senza se e senza ma. In avanti è spesso impreciso e facilmente neutralizzato.

ROSAIA 6: Lotta su ogni pallone e gioca la palla in maniera distinta. Il suo contributo lo dà sempre, ma oggi il centrocampo era totalmente sfilacciato.

PROVENZANO 4,5: Dovrebbe dettare i tempi e impostare l’azione ma non riesce a fare nulla. È sempre in ritardo nelle seconde palle e non ha idee.

GRECO 6,5: Come al solito, è uno dei pochi che si salva. Porta palla anche quando è triplicato e attacca gli spazi con convinzione. Si guadagna tantissimi falli.

BIONDI 5: Non riesce mai ad essere incisivo e quando viene fatto scalare diventa spettatore non pagante. Decisamente negativa la prestazione di ieri.

MORO 6,5: Nel primo tempo, gli viene concesso poco spazio ma lui riesce a fare tanto lavoro sporco spalle alla porta. È freddo dal dischetto e sale a quota venti reti.

RUSSINI 5,5: Una delle poche prestazioni negative di questa stagione. Non riesce ad essere concreto quando deve offendere. Dietro non ha dato lo stesso apporto delle scorse partite.

RUSSOTTO 6,5: Riesce a dare il giusto brio alla manovra. Si guadagna con astuzia il penalty.

SIPOS 4: Non vince quasi mai i duelli aerei e sbaglia una rete clamorosa nel finale.

SIMONETTI 5,5: Si vede spesso sulla fascia ma non riesce a dare il giusto contributo

BIANCO, CATALDI S.V.

BALDINI 5: L’atteggiamento è passivo. Il primo tempo è stato giocato male. Provenzano da mediano non è stata un’intuizione corretta. Il Catanzaro ha nettamente sovrastato il Catania nella zona mediana. Consegna definitivamente il centrocampo ai giallorossi quando mette Greco terzino. Gli errori adesso stanno diventando troppi e pesano sempre di più!

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.