Focus Catanzaro: Vincere per non essere superati

0
Focus Catanzaro: Vincere per non essere superati
Fonte: Sport-Strill.it

Focus Catanzaro: Domenica arriveranno gli etnei per un importantissimo scontro diretto il cui esito potrebbe dare un’altra importante indicazione a questa stagione.

La storia

L’Unione Sportiva Catanzaro 1929, o semplicemente Catanzaro, è stato fondato nel 1927, sebbene la sua nascita sia fatta risalire tradizionalmente nel 1929. Nel corso della sua storia, la società è stata rifondata per due volte: nel 2006 e nel 2011, in entrambi i casi per questioni finanziarie.

I colori sociali sono, fin dalla fondazione, il giallo e il rosso; il simbolo è l’aquila reale, simbolo della città di Catanzaro e la squadra disputa le gare interne allo stadio “Nicola Ceravolo”.

Nella sua storia conta sette stagioni in Serie A, di cui cinque consecutive. E’ stata la prima formazione calabrese ad arrivare nella massima serie del calcio italiano ed i suoi migliori piazzamenti sono il settimo e l’ottavo posto ottenuti rispettivamente nel 1981-82 e nel 1980-81. Dalla fondazione ad oggi ha vinto 7 campionati: 1 di Prima Divisione, 2 di Serie C, 3 di Serie C1 e 1 di IV Serie. In Coppa Italia vanta una finale, raggiunta nella stagione 1965-66, e due semifinali, nel 1978-79 e nel 1981-82.

La rosa

Attualmente le Aquile del Sud sono la 3° forza del campionato del girone c con 51 punti in 29 partite, con 44 goal fatti e 20 subiti.

Nelle ultime 5 partite ha raccolto solo 7 punti, frutto di 2 vittorie, 2 sconfitte e 1 pareggio. Proviene da uno stop inaspettato in casa del Bisceglie per 1-0.

Questa battuta di arresto obbliga adesso il Catanzaro a non pensare più al primo posto ma puntare l’obiettivo in maniera decisa al secondo ancora raggiungibile se si considera che il Catanzaro ha già osservato il suo turno di riposo rispetto al Trapani, deve recuperare la gara contro la Viterbese e deve disputare lo scontro diretto contro gli amaranto al “Ceravolo” in occasione dell’ultima gara della stagione che risulterà decisiva per l’assegnazione della seconda posizione.

I giocatori da tenere d’occhio in casa Catanzaro sono:

• Eugenio D’Ursi, ala destra, 23 presenze, 9 reti e 2 assist;

• Manuel Fischnaller, punta centrale, 22 presenze, 8 goal e 4 assist;

• Luca Giannone, ala destra, 25 presenze, 4 goal e 5 assist;

• Mamadou Kanoute, ala sinistra, 20 presenze, 4 goal e 2 assist;

• Nicola Ciccone, punta centrale, 24 presenze, 3 goal e 3 assist.

L’allenatore del Catanzaro è Gaetano Auteri. Nei dieci precedenti ufficiali il bilancio delle partite disputate col Catania è di sei affermazioni di Auteri, 3 pareggi ed un solo successo rossoazzurro che risale al torneo di Lega Pro 2016-17. Allora la formazione dell’Elefante guidata da Pino Rigoli vinse 2-0 al “Massimino” in virtù delle reti di Pozzebon ed Armellino (autogol) contro il Matera.

Una vera e propria bestia nera per gli etnei la figura di Auteri che, però, domenica sarà costretto a seguire la partita dalla tribuna, causa squalifica.

Claudio Litrico

494total visits,3visits today

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.