Catania – Melfi: Più rispetto per sè stessi e meno per gli altri!

0
Melfi 1-1 Catania
fonte: catania46.net
Melfi 1-1 Catania
fonte: catania46.net

Catania – Melfi: Più rispetto per sè stessi e meno per gli altri!

Catania – Melfi: due destini diversi, due traguardi diversi. Il Catania giocherà per migliorare o quanto meno mantenere la sua posizione in classifica, al contrario del Melfi che cercherà con le mani e con i denti di togliersi di dosso il nominativo di fanalino di coda del girone C. Di seguito tutto e di più delle due contendenti dei tre preziosi punti da aggiungere accanto al proprio nome.

CASA CATANIA:

Se tempo fa l’hashtag per questa partita nel girone d’andata era #aMelficonrispetto, adesso l’unico rispetto a cui si deve pensare è il rispetto che il Catania deve a sè stesso. “U supecchiu è comu u mancanti “ si dice; e se la convinzione è una brutta bestia, la poca autostima o il poco rispetto per ciò che si è sono paragonabili a sabbie mobili, da dove molto probabilmente non se ne esce più vivi. Guardando i numeri delle due squadre (che potete trovare qui) è evidente che la partita è nelle mani della squadra che saprà usare la giusta…Mentalità. E’ di questo che si parla, e ce lo spiega proprio il mister, Mario Petrone durante la sua conferenza stampa pre-partita.

“I ragazzi sono preparati all’avversario e conoscono le loro caratteristiche, ma questo non vuol dire però adattare il modulo in base a quest’ultimi. Noi dobbiamo sfruttare le caratteristiche che abbiamo in squadra per ottimizzare il nostro gioco. Per me di fondamentale c’è l’atteggiamento e la mentalità. Non esiste un modulo specifico, ma le caratteristiche specifiche di chi si schiera in campo quindi difficilmente vedremo dei giocatori fuori ruolo, tranne quando se ne presenta la necessità.”

FRONTE MELFI:

Aria di cambiamenti in casa Melfi per quanto riguarda la guida tecnica; Bitetto passa il testimone all’ex giocatore Diana conosciuto per aver militato in serie A con diverse squadre tra le quali Torino e Palermo. “Bisogna assumersi le colpe tutti insieme, da vera squadra, e cominciare a lottare con dignità per ambire al miracolo salvezza – come dichiara proprio il nuovo CT – Sarebbe troppo riduttivo addossare le colpe ai difensori. Sto cercando di dare delle certezze alla squadra  e far capire ai ragazzi che devono seguirmi. Ho vissuto anch’io questi momenti e so come ci si sente. Ho detto loro che bisogna far punti anche perché siamo ancora qui a giocarsi la salvezza”. Reduci da un poker tutto Paganese, il Melfi non verrà di certo con un atteggiamento arrendevole, anzi! Sarà più agguerrito che mai.

Non c’è da temere, domenica 5 marzo lo stadio “A.Massimino” sarà teatro di una battaglia che però non metterà fine alle guerre di ambedue squadre.

PROBABILI FORMAZIONI
Catania (4-3-1-2): Pisseri; Parisi, Bergamelli, Marchese, Djordjevic; Biagianti, Bucolo, Fornito; Russotto; Pozzebon, Tavares. A disp.: Martinez, Mbodj, Longo, De Rossi, Manneh, Scoppa, Piermarteri, Di Grazia, Mazzarani, Barisic. All: Petrone

Melfi (3-5-2): Gragnaniello; Grea, De Giosa, Laezza; Foggia, Marano, Obeng, Battaglia, Russu; De Angelis, De Vena. A disp.: Viola, Gava, Bruno, Romeo, Libutti, Filomeno, Vicente, Gammone, Lodesani, Esposito, Demontis. All: Diana

Arbitro Annaloro di Collegno; Biava-Jouness

Indisponibili: Baldanzeddu e Di Cecco; Mangiacasale
Squalificati: Gil
Diffidati: Mazzarani e Parisi

Di seguito ecco la conferenza stampa pre-partita, integrale, di mister Mario Petrone.

di Giuditta Agata Leotta

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.