Catania 1-0 Melfi: Top & Flop

0
Catania - Melfi
fonte: newscatania.com

 

Catania - Melfi
fonte: newscatania.com

Catania 1-0 Melfi: Top & Flop

Vittoria fondamentale da parte dei rossazzurri che allo stadio Angelo Massimino regolano i lucani con il minimo sindacale, 1-0. Risultati provvidenziale anche e non soltanto per la contemporanea vittoria del Monopoli a Catanzaro per 2-1. Adesso le tre formazione citate si trovano a pari merito e sarà vietato sbagliare settimana prossima a Pagani. Troppi errori sotto porta hanno, tuttavia, lasciato troppo in bilico un match sbloccato dall’estro di Russotto. Questi i top e flop di Istinto Rossazzurro.

Top

Russotto – il risolutore. Ha il grande merito di crederci fino in fondo, su un pallone lanciatogli in maniera non troppo precisa e riesce con grande tecnica e freddezza a fulminare l’estremo difensore lucano con un bel gesto balistico. Ottimo anche in fase difensiva, in alcuni frangenti dove un uomo in più a centrocampo, agile come lui, può aver fatto la differenza.

Castiglia – padrone del centrocampo. Superbo in fase di interdizione, concentratissimo, provvidenziale nelle chiusure e nell’aiutare i compagni. Insomma il Castiglia che abbiamo sempre invocato ed aspettato. Ottimo anche in fase propositiva, si fa vedere spesso e riesce a dare davvero tanto ossigeno ai compagni in difficoltà in fase di impostazione.

Flop

Calil – (aggettivo non disponibile). Ormai le parole su di lui sono davvero vane e non rappresenterebbero assolutamente nemmeno un pizzico della realtà attuale attorno a questo giocatore. Dietro le punte si muove meglio, ma non dà mai profondità, intensità, sponde e conclude debolmente un’occasionissima, adagiando cautamente il pallone al portiere avversario. Fortuna per lui che questo errore non è stato decisivo…altrimenti non glielo avremmo perdonato mai. Nullo è un complimento.

Calderini – incompreso. Non si capisce in che ruolo voglia giocare, quest’oggi. Riesce a smarcarsi da solo, fa confusione col pallone e non è mai pericoloso. Troppo fine a sé stesso la sua prestazione, ad oggi non è necessaria questa gente per salvarsi.

Nunzella – sperduto. Qualche cross sufficientemente ben calibrato non può coprire una prestazione disastrosa in fase difensiva. Lascia spesso delle autostrade a Canotto mettendo in difficoltà i compagni di reparto che lo redarguiscono più volte. Con la presunzione non si va da nessuna parte.

Pietro Santonocito

236total visits,2visits today

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.